Etichettatura

Etichettatura

Etichetta dei Prodotti Alimentari

E’ la carta d’identità dell’alimento.
Offre:

  • Informazioni complete su caratteristiche, ingredienti e qualità dei prodotti alimentari
  • Indicazioni utili per scelte d’acquisto Informate

L’informazione relativa al prodotto deve essere:

  • Veritiera e dimostrabile
  • Chiara per il consumatore medio
  • Leggibile secondo le Linee guida industriali
L’etichetta deve garantire trasparenza evitando di:
  • indurre in errore l’acquirente sulle caratteristiche, qualità composizione e luogo di origine del prodotto;
  • evidenziare caratteristiche come particolari, quando tutti i prodotti alimentari analoghi le possiedono;
  • attribuire all’alimento proprietà atte a prevenire, curare, guarire una malattia umana o accennare proprietà farmacologiche.

Il Reg. UE n. 1169/20114 a partire dal 13 dicembre 2014 opera un complesso riassetto della normativa previgente e consolida in un unico testo le precedenti norme di carattere generale sulla pubblicità, sull’etichettatura, sull’indicazione degli allergeni e sull’etichettatura nutrizionale; abroga sei direttive ed un regolamento, nonché vengono modificati il regolamento (CE) n. 1924/2006, relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari ed il regolamento (CE) n. 1925/2006, sull'aggiunta di vitamine e minerali e di talune altre sostanze agli alimenti.
A seguito del riordino della normativa comunitaria in materia di etichettatura perdono efficacia la maggior parte delle disposizioni nazionali contenute nella norma quadro, il Decreto legislativo n. 109 del 27 gennaio 1992, in quanto ai sensi dell’articolo 38 del Regolamento gli Stati membri non possono adottare né mantenere disposizioni nazionali nella materie espressamente armonizzate dal regolamento, salvo se il diritto dell’Unione lo autorizza.
Possono invece essere mantenute e aggiornate, previa notifica alla Commissione europea, le disposizioni del D.Lgs. n. 109/1992 non armonizzate dal Regolamento o che rientrano nelle materie la cui disciplina è stata espressamente demandata agli Stati membri (es: art.15, paragrafo 2, e art.44 del Regolamento).

Il Reg. UE n. 1169/2011 è in vigore dal 7 novembre 2011 ma la sua applicazione è scaglionata al fine di consentire agli operatori di adeguarsi alle nuove norme.
Infatti

  • dal 1° gennaio 2014, si applicano le nuove disposizioni relative all’etichettatura delle carni macinate;
  • dal 13 dicembre 2014, si applicano tutti i contenuti del regolamento (es. Allergeni) ad esclusione dell’obbligo delle indicazioni nutrizionali;
  • dal 13 dicembre 2016 si applicano anche le disposizioni relative all’obbligo delle indicazioni nutrizionali; tuttavia le indicazioni nutrizionali riportate sulle etichette su base facoltativa tra il 13 dicembre 2014 e il 13 dicembre 2016 dovranno essere conformi alle disposizioni del nuovo regolamento.

Menu